Chat with us, powered by LiveChat

Urban Wedding, Vincitore Contest Corso Wedding Mood Board

Un’obettivo alla volta
Febbraio 1, 2017
Corso Wedding Planner
5 motivi per scegliere il corso Become a Wedding Planner
Novembre 19, 2018

Urban Wedding, Vincitore Contest Corso Wedding Mood Board

Elizabeth e Giorgio ci hanno contattato circa un anno fa per l’organizzazione delle loro nozze previste per il giorno 1 dicembre 2017. Lui milanese di 37 anni, lei newyorkese di 33 anni. Abbiamo amato subito questa coppia per il loro essere anticonvenzionali e con le idee molto chiare: 55 invitati (quasi tutti amici), un matrimonio infrasettimanale (venerdì sera), rito civile in location, cena americana e scelta dello stile “urban”. La scelta di questo stile non ci stupisce affatto e ci è sembrata molto coerente con la personalità di Elizabeth e Giorgio.
Questo stile nasce a New York negli anni 50 con il recupero e il riuso di spazi dismessi. E’ caratterizzato da linee sobrie, essenziali e nette. In questo stile tutti gli elementi che ci aspetteremmo nascosti all’interno dell’ edificio sono invece esposti, come tubature, impianti, struttura portante e mattoni lasciati a vista.

Questo ci porta ad avere un ambiente fortemente caratterizzato e per il quale sono necessari allestimenti che possano, da una parte, dialogare con la location entrando in armonia con la sua storia e, dall’altra parte, tenere uno sguardo puntato alla modernità. Per la location proponiamo La Fonderia Napoleonica Eugenia di Milano che conserva l’antico fascino di una fonderia in un contesto archeologico industriale.
La moodboard presentata cerca di rispettare il valore intrinseco della location puntando su materiali quali legno, cemento e metalli. Linee pulite, forme geometriche e colori forti caratterizzano e completano tutto l’allestimento.
La palette colori è quella dei Borgogna e di Marsala, in linea con il periodo invernale, con un tocco di nero ma anche di rosa cipria.
La wedding stationary rispecchia appieno quanto appena descritto: linee geometriche, utilizzo di materiali quali legno e metallo, colori decisi, sia per le partecipazioni che per il menu e il divertente e anticonvenzionale tableau mariage.
Gli allestimenti floreali hanno come protagonista la protea, un fiore con una forte personalità proprio come quella della sposa. Ad essa si accompagnano l’astilbe, l’amaranto e la dalia nei toni del bordeaux, la rosa Sweet Avalanche, bacche nere (edera), la photinia, l’astrantia e delle bacche di rosa canina. Il verde dell’eucalipto fa da cornice al tutto.
Il rito si svolge all’interno della location. Proponiamo delle sedute in acciaio spazzolato in stile industriale a cui si accompagneranno dei piccoli bouquet di allestimento. Punto focale della nostra proposta sono le luci che si affiancano e si sovrappongono alla tenue luce dell’imbrunire che filtra dalle antiche vetrate con infissi in alluminio. Una serie di candele racchiuse in uno scrigno geometrico di colore nero segna poi il percorso della navata e cascate di luci sullo sfondo scaldano l’ambiente incorniciando gli sposi.
Per l’aperitivo, in linea con le indicazioni e la personalità degli sposi, proponiamo originali isole tematiche ispirate allo stile americano anni 50: patatine, frittini, panini, salse varie e divertenti bottiglie “Coca Cola” per aperitivi alcolici e analcolici. Il tutto in un sodalizio perfetto con lo stile urban: dai cestini del pane all’utilizzo di pentole industriali lasciate in bella mostra.
Per la cena optiamo per un tavolo imperiale in legno grezzo con una mise en place molto essenziale e centrotavola in piccoli vasi di cemento in linea con l’allestimento floreale proposto per l’interno matrimonio.
In contrasto con il tavolo in legno, proponiamo anche per la cena sedie in alluminio spazzolato. Le bomboniere (una piccola succulenta) hanno in questo caso una doppia funzionalità: completano la nostra mise en place come segnaposto e ringraziano gli ospiti per la loro presenza.

Un momento molto speciale aspetta i nostri sposi e i loro invitati nel dopo cena, la Wedding Cake: tre piani di torta che richiama il cemento e l’intonaco chiaro, incorniciata da geometrie color marsala e da delicati fiori che sembrano rubati dal bouquet della sposa.
Compongono lo sweet table anche dei cake pops con decorazioni geometriche in bianco e nero, piccole monoporzioni di dolci assortiti e sfiziosi confetti che rievocano alla memoria piccoli sassolini.
Completano la giornata l’open bar e il photoboot, quest’ultimo realizzato attraverso la rievocazione di un set fotografico adorno di fiori e candele poggiate su mobiletti stilizzati in acciaio nero. Musica rock dal vivo e drink dai toni dell’amaranto faranno infine decollare un party che si protrarrà fino alle prime luci dell’alba.

Lascia un commento

menu
KOMAX